Health & Wellness, Lifestyle

Mangiare bene: da dove partire? Intervista a Alice Dunin

Alice Dunin è una giovane Biologa Nutrizionista, amante della cucina e dell’alimentazione sana. Sul suo profilo IG Aly_nutrizione consigli di alimentazione, stile di vita sano e ricette. In questa intervista ci racconta un po’ di sè e della sua passione per l’alimentazione sana e quali sono i segreti per imparare a mangiare bene.

Quando è nata la passione per l’alimentazione?

La mia passione è nata durante il percorso universitario, studiando e approfondendo le mie conoscenze. Mi sono innamorata della carriera di Biologa Nutrizionista che cerco di svolgere nel migliore dei modi.

La mia voglia è sempre stata quella di conoscere le basi della fisiologia, biochimica e capire quali meccanismi si celano dietro un disturbo del comportamento alimentare, o come l’alimentazione influenza la nostra salute ed il nostro stato di benessere. Amo, inoltre, cucinare e sperimentare nuove ricette a partire da materie di prima qualità e ricche di nutrienti utili al nostro organismo.

Quali sono 3 cibi che ami e che ricetta ci faresti?

Ci sono tanti alimenti che mi piacciono, ma se dovessi sceglierne 3 sarebbero:

  • I legumi, in particolare i ceci, con i quali preparerei degli ottimi ceci croccanti al forno.
  • La frutta secca, in particolare noci, nocciole e mandorle. Con questi cucinerei un merluzzo in crosta di frutta secca.
  • Il pane integrale, con il quale preparerei una bruschetta con zucchine, pomodori e dadini di feta.

Da dove partire per imparare a mangiare bene?

L’educazione alimentare è un tassello molto importante. Costruire un rapporto sano con il cibo e conoscerlo è essenziale per vivere una vita in salute. Il primo passo per una corretta alimentazione è sicuramente la curiosità di sapere quello che mangiamo – per esempio partendo dal leggere le etichette degli alimenti che acquistiamo.

mangiare bene: leggi le etichette
leggere le etichette degli alimenti che compriamo è il primo passo per mangiare bene ed essere consapevoli di ciò che acquistiamo

Il secondo passo è quello di variare e non avere un’alimentazione monotona poiché ogni alimento contiene micronutrienti differenti per il benessere del nostro organismo.

Il terzo passo è infine affidarsi ad un esperto del settore, che possa indirizzare il paziente verso scelte consapevoli, accompagnandolo in un percorso formativo, volto ad acquisire conoscenze per poter muoversi in autonomia e mangiare bene.

Ci sfati 3 miti sull’alimentazione?

  1. L’idea che mangiare carboidrati di sera “faccia ingrassare” è uno dei falsi miti più classico sull’alimentazione. I carboidrati a cena fanno ingrassare solo se consumati in eccesso, come del resto, qualsiasi altro alimento.
  2. La dieta senza glutine fa dimagrire: in realtà in assenza di diagnosi di celiachia o sensibilità al glutine non esiste nessun evidenza scientifica che approvi gli effetti positivi e dimagranti di una dieta senza glutine, al contrario spesso gli alimenti senza glutine (esempio: prodotti da forno) contengono quantità più elevate di grassi.
  3. L’ananas brucia i grassi, quante volte lo avete sentito? Ricordate che nessun alimento ha il magico potere di bruciare i grassi, nemmeno l’ananas. L’ananas è un ottimo frutto, contiene la bromelina un enzima che favorisce la digestione ma non fa dimagrire, la vera perdita di massa grassa si ottiene solo attraverso una dieta equilibrata associata ad attività fisica.
mangiare bene
l’ananas brucia i grassi: un mito da sfatare

Cosa pensi delle diete fai da te?

L’errore più comune quando si inizia una dieta fai da te è quello di volere tutto subito. Per dimagrire correttamente, ci vuole pazienza, costanza e determinazione. Bisogna tenere conto di alcuni effetti negativi che le diete fai da te comportano, come quello di privare il nostro organismo di nutrienti essenziali.

Spesso infatti la prima cosa che si fa è eliminare i carboidrati, saltare i pasti o fare abbinamenti scorretti: l’umore a lungo andare ne risente e l’effetto yo-yo è dietro l’angolo. La dieta deve essere personalizzata e mirata al raggiungimento degli obiettivi richiesti, completa, varia e soprattutto equilibrata.

Come organizzare l’alimentazione se si ha poco tempo?

Un aspetto fondamentale per mangiare bene è l’organizzazione: organizzare la spesa per la settimana, scegliendo in anticipo cosa mangiare, può sembrare una cosa superflua, anche se non lo è. Creare un menù settimanale, organizzare la spesa e preparare in anticipo le preparazioni – se necessario – è fondamentale.

Un altro consiglio è di seguire la regola del piatto sano: ogni giorno variate tipologia di verdura, carboidrati, proteine per creare il piatto.

  • metà piatto occupato da verdure fresche e di stagione
  • un quarto occupato da una fonte proteica, come carne, pesce, uova, legumi, formaggi
  • un quarto occupato dai carboidrati, come patate, pane, pasta, cereali
mangiare bene
Esempio di piatto completo sano: Tofu piccantino con zucchine e riso integrale

Non dimenticate di idratarvi correttamente, prediligere cotture leggere e utilizzare una fonte di grassi come l’olio extravergine di oliva, avocado e frutta secca.

Quando non si ha tempo si può optare per l’healthy delivery food, un ottimo modo per continuare a mangiare sano con la comodità che ci sia qualcuno a cucinare per voi!

Cosa ne pensi dei servizi di healthy delivery food, come ad esempio Nutribees?

Penso siano comodi e un bene per la popolazione, poichè permettono – anche a chi non ha tempo o voglia di dilettarsi ai fornelli – di mangiare sano consumando pasti equilibrati e bilanciati, a base di alimenti freschi e ricchi di nutrienti utili al nostro organismo.

Dove possono trovarti e contattarti i nostri clienti?

Potete contattarmi via alla mia email dunin.nutrizionista@libero.it e seguirmi sul mio profilo instagram aly_nutrizione, dove pubblico ricette, contenuti sull’alimentazione, informazioni e tanto altro!