Health & Wellness

Dieta per transaminasi alte: cosa mangiare e evitare

Il fegato e transaminasi alte

Il fegato è uno degli organi vitali più importanti per il corpo umano perché svolge una serie di funzioni basilari per la salute dell’intero organismo, filtrando tossine e componenti nocivi. Ma il fegato è anche uno degli organi più delicati del nostro corpo, e basta pochissimo per comprometterne il funzionamento. Infezioni virali, epatiti, abuso di fumo e alcool o alimentazione errata possono danneggiare il fegato. È quindi necessario seguire una dieta corretta per preservare la salute del fegato, soprattutto in caso di transaminasi alte. Ecco quindi tutto quello che è necessario sapere per una corretta dieta per transaminasi alte: cosa mangiare e cosa evitare.

Cosa sono le transaminasi alte?

Le transaminasi sono delle molecole che si trovano nel fegato e sono molto importanti per il corretto funzionamento dell’organo. Si occupano di trasformare gli amminoacidi in energia e sono basilari per avere il costante apporto di energia durante degli sforzi fisici lunghi. 

Una serie di patologie e di problemi al fegato possono causare un valore di transaminasi troppo elevato, che può generare ulteriori problemi al fegato e alla salute del corpo. Ma per quale motivo si possono avere questi valori così sballati?

Una delle cause più comuni dell’avere dei valori alti di transaminasi è la presenza di danni al fegato, generati anche da delle malattie come il diabete, problemi legati alla tiroide o anche da problemi al cuore. Altra causa molto comune è l’infiammazione al fegato. 

Non si può non citare anche la mononucleosi tra le malattie che contribuiscono a portare le transaminasi oltre il livello normale, così come le conseguenze di un errato stile di vita (consumo eccessivo di alcool che porta alla cirrosi e a danni permanenti al fegato).

abuso di alcool causa transaminasi alte
Abuso di alcool

Per finire è anche estremamente probabile che una serie di fattori esterni possano mettere delle persone in condizione di essere più esposte ad avere le transaminasi alte. Tra questi fattori di rischio ci sono:

  • Persone in sovrappeso o obese.
  • Chi soffre di diabete.
  • Persone che assumono farmaci che possono danneggiare il fegato (ovviamente come effetto collaterale).
  • Persone con familiari che hanno problemi congeniti al fegato (per un probabile fattore ereditario).
  • Chi ha già dei problemi al fegato legati ad altre cause.

I medici hanno stabilito dei valori internazionali di transaminasi per uomini e donne. Nell’uomo questi valori devono oscillare tra un minimo di 10 e un massimo di 43 unità per litro di sangue. Nelle donne invece i valori sono compresi tra una forbice di 5 e 36 unità per ogni litro di sangue. Valori maggiori indicano la presenza di transaminasi alte. 

Tra i sintomi che indicano il probabile valore alto di queste molecole abbiamo:

  • Colorito della pelle leggermente giallognolo (da non confondere con l’epatite).
  • Stanchezza, spossatezza e affaticamento facile causati dalla mancanza di energia.
  • Perdita di appetito.
  • Nausea e vomito.
  • Gonfiore e dolore addominale.
  • Urina colorata di scuro.
  • Feci con colore troppo chiaro.
la stanchezza è sintomo di transaminasi alte
Stanchezza

In alcuni casi è possibile anche la totale assenza di sintomi.

Per curare questo problema è assolutamente necessario consultare un medico e seguire una rigida alimentazione. Ecco quindi la nostra dieta per transaminasi alte: cosa mangiare e cosa evitare.I

Dieta per transaminasi alte: cosa mangiare e cosa evitare

In una corretta dieta per transaminasi alte: cosa mangiare e cosa evitare è fondamentale non affaticare il fegato e assumere solo alimenti che non danneggino ulteriormente questo organo fondamentale per l’organismo. Ecco quindi cosa deve essere assolutamente evitato:

  • Tutti i tipi di fritture
  • Alcool
  • Panna
  • Maionese
  • Cibi estremamente ricchi di grassi
  • Insaccati
  • Salse
  • Dolciumi
  • Bevande gassate

Lo scopo della dieta è quello di non affaticare il fegato, facendolo lavorare il meno possibile. Inoltre gli alcolici e il cibo fritto sono alla base di una serie di problemi del fegato. Anche se non si soffre di transaminasi alte è meglio limitare al massimo l’assunzione di questi cibi.

Alimentazione sana per transaminasi alte
Alimentazione sana per transaminasi alte

Ecco invece cosa assumere:

  • Pasta e riso
  • Yogurt magro
  • Frutta fresca
  • Verdura fresca (no cavolfiore, peperoni, fave, piselli e funghi)
  • Carne (assunzione moderata) bianca
  • Uova (assunzione moderata)

Ricordate di consultare sempre il vostro medico per una dieta per transaminasi alte: cosa mangiare e cosa evitare personalizzata.

E se non sapete dove trovare ottimi alimenti adatti per questa dieta, il nostro servizio è a vostra completa disposizione, con la possibilità di personalizzare ogni menù in base alle vostre esigenze. Contattateci e elaboreremo un menù solo per voi!