Health & Wellness, Lifestyle

La dieta del fantino: cosa mangiare, pro e contro

La dieta del fantino ha origine negli anni Sessanta e promette da sempre risultati di dimagrimento evidenti in pochissimo tempo. Questo regime alimentare infatti promette un dimagrimento fino a 3 Kg, in un lasso di tempo di tre giorni. La dieta del fantino però è consigliata dai medici? Quali sono i pro e quali i contro?

Origini e caratteristiche

Il nome “dieta del fantino” deriva dal regime alimentare adottato dai fantini pochi giorni prima delle competizioni agonistiche. Infatti, i fantini dovevano mantenersi leggeri per qualche giorno prima delle gare, in modo da non pesare troppo sul cavallo. La famosa dieta del fantino si è tramandata come la dieta sgonfiante per eccellenza, utile a chi desidera alleggerirsi in vista di un’occasione speciale: se devi rientrare in un vestito per un matrimonio o un evento importante, pare che la dieta del fantino sia perfetta da seguire, perché promette risultati strabilianti in pochissimi giorni.

Perdere peso con la dieta del fantino
La dieta del fantino per una veloce perdita di peso

La dieta del fantino è un regime alimentare che dura 3 giorni, in cui si assumono 1000/1200 Kcal massimo al giorno. Tuttavia c’è da chiarire una cosa: la perdita di peso conseguente alla dieta sarà solamente di acqua corporea e di glicogeno, non di massa grassa. Molti dietologi sono da sempre contrari a questo tipo di regimi alimentari flash, in quanto impediscono un dimagrimento costante e duraturo, mentre favoriscono il cosiddetto effetto yo-yo.

Questa dieta non ha nulla a che fare con la classica dieta mediterranea, ricca di fibre, verdure e frutta. In questi tre giorni di dieta è assolutamente proibita ogni forma di frutta, verdura, carboidrati e fibre. Gli alimenti invece ammessi sono esclusivamente:

  • carne e pesce, preferibilmente alla griglia
  • uova
  • formaggi stagionati
  • liquori, come Porto o Marsala
  • Caffè
  • Acqua a volontà

I cibi ammessi fanno quindi pensare ad una insolita dieta iperproteica che permette anche l’assunzione di alcolici, da sempre sconsigliati in un regime alimentare sano e bilanciato.

Giornata tipo della dieta del fantino

Dopo aver spiegato le caratteristiche di questa dieta super veloce, ecco una giornata tipo.

  • Colazione: un caffè senza zucchero
  • Spuntino: 100g di Emmental o 80g di Parmigiano + un bicchierino di liquore
  • Pranzo: 150g di carne alla griglia, oppure 150g di pesce alla griglia, oppure due uova
  • Merenda: 100g di Emmental + un bicchierino di liquore
  • Cena: 150g di carne alla griglia, oppure 150g di pesce alla griglia, oppure due uova

Proseguimento e mantenimento

Se la dieta del fantino dura solitamente 3 giorni, ma alcuni consigliano di proseguire con il regime fino ad un massimo di 9 giorni. Proseguendo con la dieta è importante variare le proteine, scegliendo nei primi giorni le fonti più magre ( tacchino, manzo magro, pesce e soia), aggiungendo proteine più grasse nei giorni successivi; le uova, il pollo, formaggi più stagionati vanno preferiti dal quarto al nono giorno. Bisogna inoltre continuare ad evitare i carboidrati e i dolci, anche se è possibile aggiungere un bicchiere di succo 100% frutta al giorno, durante la colazione o lo spuntino. In maniera graduale poi, si aggiungeranno condimenti alla carne e al pesce come le spezie, cercando di evitare il sale. Al termine dei nove giorni, è necessario reintegrare i carboidrati e i grassi a piccole dosi.

Pro e contro della dieta del fantino

L’efficacia della dieta del fantino ha creato forti discussioni tra dietologi e nutrizionisti, contrari a regimi alimentari restrittivi. Sicuramente una cosa positiva di questa dieta è il tempo: chi non desidera ottenere dei risultati visibili in un tempo così breve? Chi inizierà questo percorso di tre giorni otterrà una perdita di liquidi notevole in pochissimo tempo, dimenticandosi tuttavia di un mantenimento duraturo dei risultati. Dove però c’è una cosa positiva, allo stesso tempo esistono numerosi contro riguardo a questa dieta. Il primo è sicuramente la rigidità del regime. Inoltre, la quantità calorie assunte è generalmente troppo bassa per il fabbisogno di un adulto e questo potrebbe provocare un blocco metabolico.

Dieta del fantino troppo restrittiva
Dieta restrittiva

Molti dietologi hanno affermato che un regime alimentare di questo tipo appesantisce l’organismo ed è severamente vietato a donne in gravidanza, ragazzi in fase di crescita e persone affette da patologie. Inoltre ci sono altri due elementi sfavorevoli: il consumo iperproteico porta ad un inevitabile sovraccarico di reni e fegato, mentre l’assenza di fibre e grassi può provocare un rallentamento intestinale e possibili nausee ed emicranie.

Sono molti i regimi alimentari che promettono risultati strabilianti in pochissimo tempo come la dieta del fantino. Tuttavia è sempre meglio preferire un percorso di dimagrimento duraturo e bilanciato. Prediligi quindi pasti bilanciati e completi di tutti i macronutrienti, con un alto rapporto di fibre, frutta e verdura. Se vuoi avere un idea per piatti bilanciati e gustosi, noi di Nutribees proponiamo ogni settimana un vasto menù di ricette sane e gustose.