Health & Wellness, Lifestyle

Dieta per diverticoli: cosa mangiare e cosa no

I diverticoli sono delle piccole cavità con la forma di sacchetti che si possono formare in diversi tratti dell’apparato digerente, e in particolare nel colon. Se questi si infiammano possono dare luogo alla cosiddetta diverticolosi o malattia diverticolare, che può creare problemi digestivi. Una corretta dieta per diverticoli può aiutare a evitare l’insorgere del disturbo e a mantenere l’intestino in salute.

I diverticoli spesso si formano per la troppa pressione a cui sottoponiamo il nostro intestino. Sapere cosa è bene mangiare e cosa no è quindi il primo passo per la prevenzione. I frequenti controlli dal medico (soprattutto dopo i 40 anni) sono utili per verificare la presenza di diverticoli infiammati nell’organismo e intervenire prontamente.

Vediamo insieme nel dettaglio in cosa consiste il disturbo e come impostare la dieta per diverticoli.

Diverticolosi: cos’è e quali rischi comporta

I diverticoli non sono altro che delle piccole escrescenze che si formano nella mucosa dell’ultima parte del tratto intestinale. Poco presenti nelle persone giovani, cominciano a comparire con i 40 anni, e sono abbastanza frequenti dopo i 60. Tra le cause più frequenti vi sono:

  • Vita sedentaria
  • Alimentazione scorretta, ricca di cibi grassi e conservati
  • Abuso di fumo e alcool

Nella maggior parte dei casi i diverticoli sono asintomatici, ma in alcuni casi possono provocare colite, bruciore e stitichezza. Ma non solo: se il disturbo non viene curato in tempo, l’infiammazione può sfociare nella diverticolite o peggio, causare problemi ben più gravi.

Ḕ quindi importante curare particolarmente l’alimentazione e seguire con attenzione la dieta in caso di diverticoli. Vi sono infatti dei cibi che vanno bene sempre e altri che invece sarebbero da evitare nel caso il disturbo si aggravasse.

Dieta per diverticoli: regole generali

In linea di massima la prima cosa da fare in caso di diverticoli infiammati è aumentare la quantità di fibre (circa 30-40g al giorno) nella propria alimentazione. Le fibre infatti sono utili perché trattengono acqua all’interno dell’intestino, e in questo modo rendono più facile l’eliminazione delle scorie, diminuendo così la pressione all’interno.

dieta per diverticoli
L’assunzione di fibre è importante per migliorare la condizione dei diverticoli

In una corretta dieta per diverticoli è bene assumere due tipi di fibre:

  • Le fibre insolubili, di cui sono ricchi i cereali integrali, che hanno appunto il compito di richiamare acqua nel tratto intestinale e favorire l’espulsione delle feci
  • Le fibre solubili, contenute invece nei legumi, che servono a riequilibrare la flora batterica dell’intestino

Sempre per favorire la motilità intestinale, è inoltre importante mantenere l’organismo ben idratato, bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Vanno poi evitati i cibi troppo grassi, soprattutto di origine animale, come la carne rossa.

Da evitare anche gli zuccheri raffinati (prodotti da forno, bevande…) e le spezie piccanti come peperoncino e curry, che tendono ad infiammare il colon. Non da ultimo, bisogna imparare a masticare bene, poiché la digestione inizia già nel momento in cui ingeriamo il cibo.

Dieta per diverticoli: i cibi consigliati

Passiamo ora ad elencare gli alimenti più indicati della dieta per diverticoli:

  • Frutta: sono consigliate mele, pere, prugne, arance e albicocche, da consumare sia fresche con la buccia che cotte sottoforma di purea
  • Verdura: questo è l’alimento che contiene più fibre e acqua in assoluto. Via libera quindi a lattuga, radicchio, zucchine, asparagi, broccoli e melanzane.
  • Cereali integrali: come si è già detto sono indicati per fare il pieno di fibre insolubili, perciò sono da preferire a quelli raffinati. Oltre ai classici pasta e riso sono ottimi anche farro, orzo e quinoa
  • Cannella, curcuma e zenzero: queste spezie hanno proprietà antinfiammatorie e sono ottime per mantenere un ambiente sano nell’intestino

Nel caso in cui i diverticoli dovessero infiammarsi ulteriormente, bisogna fare ulteriore attenzione alla dieta. Se le fibre infatti risultano utili per la diverticolosi, non lo sono altrettanto per la diverticolite. Se vuoi seguire una dieta bilanciata con il giusto apporto di fibre e altri nutrienti, compila il test nutrizionale gratuito di Nutribees. Inserendo alcuni dati e obiettivi sul tuo stile di vita, ti verrà mostrata la tua condizione corporea e i piatti che sono più adatti alle tue esigenze.

TEST GRATUITO

Un consumo esagerato potrebbe “ripulire” troppo l’intestino e farlo infiammare ancora di più. In questo caso la dieta per diverticoli sarà liquida, a base di tanti centrifugati di frutta e verdura, utili per reidratare l’organismo. Gli altri alimenti saranno poi reintrodotti gradualmente, a mano a mano che l’infiammazione scomparirà.

dieta per diverticoli
Centrifugati di frutta e verdura, ottimi in caso di diverticolite

Attenzione però ai frutti con semini come fragole e kiwi: questi vanno tolti, altrimenti potrebbero irritare la mucosa intestinale e peggiorare il problema!

Il sito di Nutribees ha la risposta per qualunque esigenza alimentare, come la dieta per diverticoli. Nel nostro menu troverai piatti adatti a un regime di questo tipo, tutti con gli ingredienti giusti. Prova ad esempio le Barchette agli spinaci con pomodorini e zuchine, buone e salutari!